Vi presento i vincitori del Premio Decumani 2018, festa della scrittura e della poesia a Napoli

IMG_4414Nel pomeriggio di venerdì 11 maggio u.s., nella prestigiosa Sala del Capitolo del Complesso monumentale di San Domenico maggiore, sono stati premiati i vincitori della seconda edizione del concorso letterario Premio Decumani. In un’atmosfera ricca di emozioni ed entusiasmo, le giurie delle tre sezioni hanno assegnato i riconoscimenti per un premio dedicato a chi ama Napoli e la scrittura.
Vincitore tra tutti i finalisti selezionati per la sezione «Napoli Futura», dedicata alle scuole, il giovane Gennaro Napolano, con il racconto breve ambientato nel cimitero delle Fontanelle ” ‘A capuzzella del capitano”. Lo studente frequenta la terza classe dell’ICS «Nicolini-Di Giacomo», con lui la docente Patrizia Liguori e la dirigente Iolanda Manco. I vincitori delle singole terze classi sono stati: Antonio Caccioppoli, Anna Giulia Cardillo, Sara De Rosa, Fabiana D’Onofrio, Lavinia Esposito, Sara Esposito, Ylenia Gagliardi, Annunziata Gargiulo, Luigi Loffredo, Emanuele Morvillo, Francesco Musetta, Carola Oliva, Viviana Rafanelli, Maria Chiara rescigno e Bruno Valletta.

Per la sezione «Vincenzo Savignano» dedicata al racconto breve si è classificata prima con « Interno ’80» Luigia Bencivenga, residente a Bologna, ma nata a Napoli. Seconda Gabriella Calabrese (Napoli) con « ‘A Madonna t’accumpagna» e terza Ida Caggiano (Cinisello Balsamo), con «Il nuovo Caruso».

Per la sezione «Nugae» dedicata sia alla poesia in lingua italiana sia a quella in lingua napoletana, primi, rispettivamente Alessandro Russo (Napoli) con «Napoli Metropolitana» e Vincenzo De Bernardo (Napoli) con «Me piacesse ‘e sapé». Premiati per la sezione in lingua anche Serena Ferrara con “Criatura”, Nunzio Industria con “Farsa-accoglienza”, Maria Teresa La Porta con “Dove nasce il sole”. Per la sezione in dialetto secondo classificato il Cav. Rocco Giuseppe Tassone di Gioia Tauro con “Gghjommaru” e terzo classificato il napoletano Vincenzo De Simone con “Cantemigrante”.

I premi sono stati consegnati dal presidente onorario, giornalista e scrittore, Pietro Treccagnoli, dalla presidente dell’associazione Claudia Pizzi, dal vicepresidente Ino Fragna e dai giurati Rosanna Bazzano e Gianluca Calvino. A fare da colonna sonora alla serata le canzoni eseguite dai maestri Lucio Sigillo, alla chitarra e Angelo Vacca, al mandolino. La serata è stata presentata da Chiara Effuso.

I lavori premiati, in diversi casi, sono stati scritti da autori nati a Napoli ma che, per motivi di lavoro sono stati costretti a trasferirsi in altre città di Italia. Il messaggio principale emerso è che Napoli manca in maniera particolare a chi non può viverla quotidianamente.
Alla serata del premio, che è stato parte della programmazione culturale dell’Assessorato alla cultura ed al turismo del Comune di Napoli ed è sostenuto dall’Associazione no-profit Premio Decumani, impegnata nella divulgazione della cultura e dell’uso corretto del dialetto Napoletano, hanno partecipato anche il presidente della commissione scuola ed istruzione in qualità di Delegato del Sindaco, dott. Luigi Felaco ed il consigliere comunale Mario Coppeto. Dott. Felaco Delegato del sindaco

Il Premio assume una cadenza biennale; nel 2019 è prevista la prima antologia con la pubblicazione delle opere premiate e di quelle più significative selezionate nella prima e nella seconda edizione.

Seguiteci sul sito http://www.premiodecumani.it   e sulla pagina Facebook  Premio Decumani !

Claudia Pizzi
Presidente dell’Associazione Premio Decumani

Annunci

Premio Decumani 2018 – Serata finale venerdì 11 maggio ore 18.00 a San Domenico Maggiore

Anche quest’anno siamo giunti alla fase finale del Premio Decumani e, venerdì 11 maggio, alle ore 18.00, nella Sala del Capitolo del complesso monumentale San Domenico Maggiore, ci sarà la premiazione dei vincitori.

Il concorso letterario, patrocinato dal Comune di Napoli e dalla Presidenza del Consiglio Regionale della Campania, rientra nella programmazione culturale dell’Assessorato alla Cultura e al turismo di Napoli e rappresenta un momento di festa per la Napoli storica, monumentale e creativa.

Per la Sezione A verranno premiati 16 ragazzi delle terze classi della scuola secondaria dell’ICS Nicolini – Di Giacomo di Napoli, che si sono dimostrati più meritevoli nello svolgimento del Progetto Premio Decumani 2018.  Le docenti di lettere di terza hanno invitato tutti i ragazzi, con modalità singole o di gruppo, ad elaborare un saggio breve che avesse come argomento un’esperienza culturale vissuta personalmente nel territorio di Napoli. La risposta dei ragazzi è stata entusiasmante!

La sezione B “Vincenzo Savignano” ha selezionato, invece, i 3 scrittori adulti che meglio hanno saputo descrivere in un racconto breve le peculiarietà di un momento di vita a Napoli.

La sezione C Nugae, infine, ha definito i poeti in lingua e in dialetto, che hanno presentato i migliori lavori.

La selezione è avvenuta in maniera completamente anonima e la presenza di diversi testi belli nonostante non vincitori, ha portato le commissioni ad esprimere diverse Menzioni Speciali.

La serata sarà presieduta dal giornalista e scrittore Pietro Treccagnoli, che consegnerà ai vincitori delle sezioni B e C una copia del libro “L’Arcinapoletano”.

Lucio Sigillo e Angelo Vacca, chitarra e mandolino, allieteranno l’evento con la musica.

L’Associazione Premio Decumani, organizzatrice del concorso letterario e dell’evento insieme all’assessore Nino Daniele, è lieta di invitare tutti coloro che amano Napoli e la sua cultura alla partecipazione alla premiazione dei vincitori!

Grazie a tutti coloro che hanno partecipato e collaborato alla realizzazione dell’iniziativa.

 

I quartieri spagnoli di Napoli

I quartieri spagnoliNapoli si conosce camminando a piedi, passeggiando. Se le passeggiate, poi, le fate con una persona che sa scrivere e conosce la storia e la cultura della nostra città e con un’altra persona che ne riesce a fotografare l’anima, il risultato non può che essere perfetto ed irripetibile.

Nasce così la collana sulle passeggiate di Napoli, di Rogiosi Editore, che, attraverso il genio di Pietro Treccagnoli e di Sergio Siano ha creato il libro di testo e fotografia “I Quartieri  Spagnoli”.

Domani mercoledì 12 luglio alle ore 18.30, alla libreria Feltrinelli di piazza dei Martiri, un evento speciale con i nostri amici e al quale nessuno che si dichiari innamorato di Napoli potrà mai mancare!

Evento FB I quartieri spagnoli

Il Premio Decumani

Napoli non è solo Vesuvio, pizza, sfogliatelle e tarantelle; Napoli è un groviglio di storia e di cultura. Questo, però, è ignoto alla maggior parte dei napoletani che, girovagando con gli occhi sugli smartphone, non sempre si rende conto della ricchezza culturale della 14705698_202574936843636_4141187228812973545_nminpropria città.

Contemporaneamente i napoletani hanno un dialetto che è degno di essere considerato una vera e propria lingua ma, ahimè, completamente ignorato nella correttezza di scrittura. Non è difficile, infatti, imbattersi su FB o su Whatsapp negli strafalcioni di quasi tutti coloro che comunicano in napoletano sui media.

Esiste un gruppo di persone innamorate di Napoli e della sua cultura, incluso il dialetto napoletano e che ci auguriamo diventi sempre più numeroso. Questo gruppo ha imparato a scoprire le bellezze invisibili napoletane attraverso le parole del giornalista e scrittore Pietro Treccagnoli e gli scatti di Sergio Siano. Da piccoli “mob” organizzati attraverso FB, si è arrivati a grandi eventi culturali, mettendo alla luce sempre nuove meraviglie.

Così è nato il Premio Decumani, bandito dall’associazione omonima no-profit di cui sono la presidente.  L’Associazione Premio Decumani, infatti, è un’associazione di professionisti senza scopo di lucro ed apolitica che nasce al centro di Napoli su base volontaria, con finalità di solidarietà sociale, mediante la promozione e la diffusione di attività culturali, artistiche ed educative in genere nei più vasti strati della società civile.
L’Associazione, in particolare, attraverso il concorso letterario “Premio Decumani”, si pone l’obiettivo di divulgare la cultura napoletana e la qualificazione del dialetto nell’intento di contribuire a limitarne il dilagante uso scorretto ed improprio.

Il concorso, di cui quest’anno si sta realizzando la prima edizione, si divide in 3 sezioni : Sezione A, rivolta ai ragazzi dell’ultimo anno dell’ICS Nicolini -Di Giacomo (saggio breve su un’esperienza su Napoli); Sezione B – Vincenzo Savignano, racconto breve su Napoli per scrittori; Sezione C – Nugae, per poeti in lingua ed in dialetto.

Il concorso letterario Premio Decumani è patrocinato dal Presidente del Consiglio regionale della Campania e dal Comune di Napoli.  Non sono state richieste quote di partecipazione. La scadenza è il 31 marzo 2017, senza limiti di età per la artecipazione.

Sito web del bando

La serata di premiazione finale si terrà il 28 aprile p.v. alle ore 19.00 presso il Caffé letterario Il tempo del vino e delle rose in piazza Dante 44/45.

Presidente onorario e coordinatore del premio non poteva essere che Pietro Treccagnòli.

Clicca qui per avere maggiori informazioni.

A Napoli il salotto letterario del terzo millennio riceve sul web.

Giuseppe Marotta    Per ogni periodo storico ed in ogni paese non sono mancati i salotti letterari. Questi sono stati tenuti, in genere, da amanti della cultura o mecenati  e sono stati frequentati da artisti, letterati, musicisti, ma anche da chi amava semplicemente saperne di più.

A Napoli il salotto letterario del Terzo millennio si tiene “a casa” del giornalista e scrittore Pietro Treccagnòli e, precisamente, ogni mattina sulla sua pagina di Facebook.

Tema indiscutibile il golfo di Napoli con le sue località.

Ogni mattina Treccagnòli pubblica una Nota con un breve pezzo tratto da scrittori (napoletani e non) che esprimono una sensazione, un parere oppure un giudizio su un elemento geografico, tradizionale, gastronomico o culturale della “napoletanità” .

Da bravo padrone di casa, il giornalista, poi, non manca periodicamente di offrire ai suoi ospiti qualcosa di tipico e buono da mangiare. Così negli ultimi anni sono nati i flash mob della sfogliatella, della zeppola, della pizza e del vino che hanno permesso ai vari “frequentatori” del salotto virtuale di conoscersi anche dal vivo.

Anche la cultura, tuttavia, ha bisogno di nutrirsi ed è per questo che il prossimo appuntamento è previsto per sabato 12 ottobre 2013 alle 10.30 circa a Port’Alba per festeggiare il 50° anniversario della morte dello scrittore napoletano Giuseppe Marotta.

(Marotta mob link: https://www.facebook.com/events/483611641729087/?fref=ts)

Grazie a Pietro Treccagnòli per averci insegnato tante cose nuove e per aver moderato sempre egregiamente le discussioni nate dai suoi spunti. Non ultimo il suo salotto rappresenta un luogo di incontro con tante persone colte e piacevoli che non ti fanno annoiare o sentire da solo.

Appuntamento ogni mattina, quindi, sulle sue “note” che hanno un unico effetto collaterale: creano dipendenza!